Ancona: progetto ammodernamento mercato ittico

16-11-2017

Un mercato ittico moderno e funzionale alle necessità del mondo della pesca e della città di Ancona. Questo l’obiettivo del progetto dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale per la ristrutturazione dell’edificio che si trova al porto pescherecci del Mandracchio, di fronte alla Mole Vanvitelliana, che ha ottenuto un...

Read more

Ancona: Autorità di Sistema Portuale, incontro con il Genera…

13-11-2017

Quale strategia per prevenire e reprimere la corruzione e l’illegalità? Questo il tema dell’incontro di approfondimento organizzato dall’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale con gli operatori portuali di Marche e Abruzzo, che ha visto protagonista l’intervento del generale Vincenzo Amendola, comandante provinciale della Guardia di Finanza di Ancona. In...

Read more

Il lavoro al centro del confronto fra Autorita’ di Sistema e…

07-11-2017

Il lavoro al centro dello sviluppo dei porti. Questo il focus del confronto fra l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale e le organizzazioni sindacali regionali e territoriali di Cgil Marche, Cisl Marche e Uil Marche. Un incontro in cui sono stati presi in esame gli investimenti programmati nei...

Read more

Confronto Autorità di Sistema - Confindustria Marche Nord s…

02-11-2017

A confronto sul futuro del porti di Ancona e Pesaro. Il presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale, Rodolfo Giampieri, ha incontrato una delegazione di Confindustria Marche Nord, guidata dal presidente Claudio Schiavoni, accompagnato dal vicepresidente Mauro Papalini, per condividere la strategia di crescita e parlare degli investimenti...

Read more

Adriatico - Tirreno: verso il corridoio dei due mari

26-10-2017

Il corridoio fra i due mari, l'Adriatico e il Tirreno, come opportunità di sviluppo economico sulla direttrice di collegamento fra la Spagna, i Balcani e il Mediterraneo sud-orientale, della quale i porti del sistema del Mare Adriatico Centrale sono protagonisti grazie alla favorevole posizione geografica. Nasce da questa riflessione la...

Read more

Pesaro: firmata la concessione fra Autorità di Sistema Portu…

24-10-2017

Interessa una superficie di più di 25 mila metri quadrati destinati alla cantieristica da diporto, con le attività di refitting e manutenzione di grandi imbarcazioni e yachtInvestimento privato di circa 15 milioni di euro E’ stata firmata oggi la concessione demaniale fra l’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico centrale e...

Read more
Tutte le News

Mare Adriatico: la rete dei porti, oltre 200 chilometri da Pesaro ad Ortona per un bacino che secondo l’Autorità di sistema portuale va rilanciato. Lo ha ribadito Rodolfo Giampieri, presidente dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico Centrale, oggi a Pescara per partecipare ad un vertice in Regione per il cronoprogramma dei lavori da effettuare al Porto di Pescara. Rispetto al dibattito che va avanti da diversi mesi sull’opportunità di guardare al Tirreno, strizzando l’occhio all’Autorità portuale di Civitavecchia, Giampieri dice la sua parlando, invece, di grandi ambizioni per l’intero bacino:

“Da Pesaro ad Ortona – spiega Giampieri – oltre 200 chilometri di costa che vanno a costituire un bacino strategicamente importante come quello dell’Adriatico Centrale che merita massima attenzione. In questa area, guardando anche all’altra sponda, possiamo dar vita a progetti di sviluppo e rilancio importanti nei quali l’Abruzzo può avere un ruolo da protagonista”.

Intanto iniziano le grandi manovre per la riqualificazione dell’intera area portuale di Pescara. L’affollato vertice di questa mattina in Regione per fare il punto tra il taglio della Diga Foranea per i quali la ditta che si è aggiudicata l’appalto è solo in attesa dell’ok dalla direzione dei lavori e l’intervento sui moli guardiani:

“Ovviamente – spiega il presidente D’Alfonso – c’è in ballo un progetto di riqualificazione molto più ampio che guardi innanzitutto alla sicurezza per chi lavora in mare ma anche all’aspetto turistico e commerciale dell’intera area con un piano regolatore portuale che guarda anche al collegamento con l’asse attrezzato. Ci stiamo dando da fare per il reperimento delle risorse già in parte disponibili, ma la partita è ancora lunga”.

(Luca Pompei – Rete8.it)